PREPARAZIONE DEI VINI BIANCHI E SPUMANTI

I vini bianchi si bevono freschi, freddi, ghiacciati a seconda della qualità a cui appartengono: la temperatura bassa permette di apprezzare meglio le sfumature di aroma. quelli che accompagnano di solito crostacei o frutti di mare vanno bevuti alla temperatura di 8°- 10°. Un pò più caldi, devono essere invece i vini bianchi da pasto o quelli che si servono con piatti di pesce caldo (12°).

Gli spumanti e gli champagne vanno serviti freddi, ma non ghiacciati ad eccezione degli spumanti dolci. Non aggiungete mai ghiaccio direttamente allo champagne o agli spumanti, ma servitevi dell’apposito secchiello per tenere in fresco la bottiglia. E’ decisamente elegante servire champagne durante tutto un pranzo o una cena; il delicato sapore di questo vino si accoppia infatti a tutti i tipi di portate. I vini bianchi liquorosi, da dessert, vanno bevuti molto freddi; solo alcune qualità, come ad esempio il moscato di Siracusa, vanno servite a temperatura ambiente. Solo i passiti e i vini liquorosi rossi vanno sempre serviti piuttosto caldi. Infine i vermouth si servono sempre molto freddi e sono gli unici vini che ammettono di essere allungati con acqua o ghiaccio. 

PREPARAZIONE DEI VINI BIANCHI E SPUMANTIultima modifica: 2011-08-25T09:45:00+00:00da renelda52
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento