IL BAGNO E IL COLORE

Per il gusto moderno il « tutto bianco » è troppo freddo anche per una stanza da bagno. Non abbiate timore, quindi, di servirvi del colore per ravvivare questo ambiente: lo trasformerete.

L’importante è non accostare disordinatamente troppi colori, ma scegliere due o tre tinte fondamentali con le quali creare piacevoli accostamenti.

Gli apparecchi igienici possono essere bianchi o colorati. Quelli bianchi lasciano maggior libertà nella scelta del colore dei rivestimenti del pavimento e delle pareti, ma quelli colorati, specialmente nelle tinte pastello (grigio, azzurro, rosa, verdino, beige) sono più allegri e piacevoli. I colori scuri e forti come il blu, il verde, il nero, sono difficili da intonare e stancano facilmente.

Nelle stesse tinte fondamentali degli apparecchi igienici si trovano in commercio gli accessori indispensabili, cioè quelli che servono per l’uso di ciascun apparecchio (portasapone, portacarta, portaspazzolini, ecc.).

Sceglieteli nella tinta degli apparecchi, se questi sono colorati, oppure, se i vostri apparecchi sono bianchi, nella sfumatura che preferite, intonata però al colore dei rivestimenti.

In genere è meglio evitare i contrasti troppo violenti.

IDEE PER IL BAGNO

Ecco alcune idee per dare originalità al vostro bagno.     

– Sostituite lo sgabello con una vecchia seggiola, verniciata nella tinta predominante del vostro bagno.

– Se il vostro bagno è abbastanza spazioso potrete sistemare in un angolo un piccolo attaccapanni “ad albero” di legno, verniciato in un colore pastello: sarà molto utile per appendervi gli accappatoi e i lenzuoli da bagno.

– Se nel vostro bagno c’è, un vano a muro può essere diviso da scaffali di legno e può contenere, in vista, la biancheria da bagno e gli oggetti da toeletta.

– Uno specchio con cornice di legno scuro spiccherà in modo piacevole sulla parete di piastrelle un po’ fredda.

– Un  lampadario di opaline e ottone potrà risolvere in modo simpatico e originale il problema dell’illuminazione centrale.

IL BAGNO

II bagno, che deve essere possibilmente quotidiano, non ha solo la funzione di pulire a fondo l’epidermide; se si osservano delle regole ben precise, si possono ottenere dal bagno altri benefici risultati. Esso può essere infatti un ottimo stimolante del sistema nervoso o un buon calmante; può permettervi di sentirvi « in gran forma » o può conciliare il vostro sonno.

Di seguito una tabella in cui sono indicati i vari effetti del bagno e le norme che è opportuno seguire per ottenerli.

BAGNO,INSONNIA,DISTENSIONE,STIMOLANTE,PULIZIA,DINSTENSIVO,SAPONE,

 

SAPONE ALLE ALGHE MARINE

Il sapone alle alghe marine non agisce con la rapidità delle creme ma , se convenientemente usato, e se le parti da ridurre non sono di volume eccessivo, offre risultati apprezzabili. Si usa come un qualsiasi sapone, bagnandolo e strofinandolo poi direttamente sulla parte, o su un guanto di spugna o di crine. E’ buona norma adoperarlo senza parsimonia e quando si è ottenuta una schiuma abbondante bisogna attendere, prima di sciacquare, che essa penetri nella zona trattata, perchè solo in tal modo le sostanze contenute nel sapone possono svolgere la loro azione riducente. Sciacquando immediatamente e asportando la schiuma, l’efficacia del sapone verrebbe, infatti, notevolmente ridotta. Questo metodo di applicazione vale per i saponi dimagranti, e anche per quelli rassodanti.

PIASTRELLE CADENTI

Se dalle pareti del bagno e della cucina si stacca qualche piastrella, è possibile procedere da sè alla riparazione, anche senza ricorrere a un muratore; dopo aver pulito con un raschietto la parte posteriore della piastrella e aver livellato le asperità della sede in cui va collocata, spolverandola poi accuratamente con un pennello, si attaccherà poi la piastrella con la colla che avrete comperato in colorificio.