CELLULARE E BANCOMAT

Pochi secondi per pagare. E’ l’opportunità che le nuove tecnologie offrono oggi a chi ha uno smartphone, uno strumento che in futuro prenderà probabilmente il posto delle tradizionali carte di credito o di debito. Merito della tecnologia Nfc ( Near Field Communication ), che permette a due dispositivi posti a breve distanza, da 1 a 2 centimetri, di scambiarsi informazioni, attraverso delle onde. Il padrone dello smartphone può avvicinare a un Pos abilitato alla nuova tecnologia l’apparecchio che invia il segnale al cellulare dell’acquirente, che è collegato a una carta di credito, su cui viene effettuato l’addebito.

CASH TRAPPING

E’ iniziata dal Nord Europa ma è già arrivata in Italia. Il cash trapping, la nuova truffa agli sportelli dei  bancomat . La polizia del nord Europa, quella  olandese e quella tedesca hanno da tempo lanciato l’allarme per questo nuovo modo di manomissione dei bancomat.CASH TRAPPING,BANCOMAT,BANCONOTE,NOR EUROPA,FURTO,RAPINA,SCASSO,DELINQUENTI,
Un sistema che di tecnologico a poco, è ’ sufficiente collocare nella fessura dove escono le banconote  una speciale forchetta  che non permette di far uscire le stesse. Il risultato è  che l’apparecchiatura funziona regolarmente e il malcapitato utente si vedrà addebitare l’importo richiesto senza però averlo ritirato. Dopo le dovute verifiche e telefonate del caso, l’utente si allontana e lascia modo ai  delinquenti per prelevare il denaro incastrato e dileguarsi.

 Si consiglia sempre, quando accadono di queste cose, farsi rilasciare lo scontrino dall’apparecchiatura bancomat e telefonare al numero verde dell’Istituto Bancario, a cui fa capo il bancomat  per i dovuti controlli, in questo caso si avrà la certezza che la somma addebitata e non erogata vi sarà accreditata sul vostro conto quasi immediatamente.

 

CONTO AL RISTORANTE

E’ sbagliato intascare il conto del ristorante e controllarlo meticolosamente davanti alle persone che si sono invitate. O lo si paga con discrezione dando appena un’occhiata al totale, oppure si paga in separata sede, alla cassa; quest’ultima è la soluzione migliore.