LETTI SENZA TESTATE

La forma di letto più semplice, sia matrimoniale che a una piazza, è data dalla rete, dalle doghe o dall’elastico su cui viene appoggiato il materasso. Data l’assenza delle testate, l’unico elemento decorativo sarà dato dalla sovraccoperta: sarà bene perciò sceglierla piuttosto ricca. Ad esempio, una coperta messa a tovaglia e lunga fino a toccare il pavimento, in un tessuto pesante e morbido, darà a un letto molto semplice un tono di raffinata eleganza.

Nel caso del letto singolo, il copriletto sarà fatto a busta, con il lembo risvoltato sotto il materasso o chiuso con una lampo. Tessuti adatti a questi tipi di coperture sono il velluto di lino, i tessuti di seta, specialmente quelli fatti a mano, e anche la lana e la canapa.

PRIMAVERA – LE PULIZIE

Le operazioni preliminari – Aprite le finestre in modo da far uscire la polvere che inevitabilmente si solleva, quando si compiono certe operazioni; togliete dalla stanza tutti i mobili facilmente spostabili (sedie, tavolini, ecc.); pulite i tappeti con l’aspirapolvere; staccate tutto ciò che è appeso alle pareti e ammucchiatelo sul tavolo di cucina o in altro luogo adatto; togliete dalle finestre le tende che devono essere lavate; coprite con qualche lenzuolo vecchio o con fogli di giornale i mobili che non possono essere spostati.

Incominciamo a pulire – Dopo aver preparato il locale, procedete alle pulizie seguendo un ordine ben preciso, per non correre il rischio di sporcare un’altra volta quello che era già stato pulito. Prima di tutto pulite con cura il soffitto e le pareti; spazzolate le tende che sono rimaste attaccate; pulite i punti luce (lampadari, plafoniere, ecc.), la parte interna ed esterna delle finestre, le porte e i termosifoni. Vuotate i cassetti, pulitene il fondo, metteteli in ordine. Lucidate i mobili e pulite il pavimento.