I VANTAGGI DELL’ORA LEGALE

Come ogni anno, l’ultima domenica di ottobre è ormai consuetudine mandare indietro gli orologi di un’ora per sancire l’entrata in vigore dell’ora solare, valida fino al 31 marzo 2014.

Questo continuo cambio di ora, che contributo positivo ha fornito a noi tutti? 
Secondo le stime di Terna, nel 2013 l’ora legale ha permesso un risparmio complessivo dei consumi di energia elettrica pari a 543,8 milioni di kilowattora. In termini di spesa, considerando che un kilowattora costa in media al cliente finale circa 16,6 centesimi di euro al netto delle imposte, l’Italia ha evitato di spendere complessivamente circa 102 milioni di euro.
Un vantaggio enorme soprattutto nel periodo estivo, come luglio ed agosto, in cui le giornate sono più lunghe rispetto ad aprile, quindi possiamo ritardare nelle nostre case l’accensione delle lampadine.